La Cupola fra le Torri

Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home La Comunità Bollettino La conversione missionaria

La conversione missionaria

E-mail Stampa PDF

(editoriale dal Bollettino parrocchiale n. 119)

 

VERSO I LONTANI

 

“Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 26, 19-20). Questa è la missione che il Signore Gesù ha affidato ai suoi discepoli prima di salire in cielo dopo la sua risurrezione; questa è la missione della Chiesa, affidata a ciascuno di noi.

Non si può parlare di missione senza essere consapevoli che i destinatari sono lontani, non tanto in senso geografico, lontani dal Vangelo.


È necessario rinnovare questa consapevolezza per non correre il rischio di rimanere sempre chiusi dentro il nostro piccolo cerchio, per poi accorgerci che siamo sempre in meno, sempre più vecchi. Ce lo diciamo spesso: non ci sono giovani nelle nostre parrocchie, la partecipazione alla Messa domenicale è molto calata, le vocazioni al sacerdozio sembrano esaurite. Sì, tutto questo è vero, ma per essere aiutati a capire che la Chiesa non è fatta per l’autoconservazione, ma per la missione. Dobbiamo chiederci dove sono i lontani, che lingua parlano, perché si sono allontanati. Dobbiamo renderci conto che i primi ad essere lontani dal Vangelo siamo noi. Nel Vangelo il Signore Gesù parla di un piccolo seme destinato a diventare una grande pianta, di un pugno di lievito che fa fermentare tutta la massa di farina, del sale che dà sapore ad ogni cibo; mai si dice preoccupato del numero, piuttosto ci insegna a lasciarci mettere sotto terra e marcire per portare frutto abbondante.

Ogni battezzato è chiamato non solo a dare il buon esempio, ma a farsi missionario del Regno di Dio. I cristiani laici che abitano e lavorano nel mondo, sono ogni giorno in mezzo ai lontani; non è il parroco che affida loro una missione, ma è il Signore che per mezzo del battesimo li manda a portare la gioia del Vangelo.

La strategia è allora quella di concentrarci sull’essenziale per annunciare al mondo che Dio è Padre, che Gesù, Figlio di Dio, ha dato la vita per la nostra salvezza, che lo Spirito Santo ci riempie di grazia e di gioia. Non siamo ossessionati nel continuare a fare tutto come prima, perché si è sempre fatto così: siamo riconoscenti per avere ricevuto tanto e ci sentiamo responsabili nel trasmettere anche agli uomini del futuro un patrimonio di fede e di speranza capace di dare senso e pienezza alla vita.

Don Stefano Ottani,

parroco

 


Per scaricare il bollettino parrocchiale cliccare qui

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Giugno 2019 07:40  

Calendario Eventi

September 2019
M T W T F S S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6

Ricerca

whosonline

 172 visitatori online

Galleria di Immagini

_mg_6751.jpg