La Cupola fra le Torri

Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home La Parrocchia Parola attraverso le omelie XXI Domenica del Tempo Ordinario

XXI Domenica del Tempo Ordinario

E-mail Stampa PDF

XXI Domenica del Tempo Ordinario

25 agosto 2019

Is 66,18b-21, Sal 116, Eb 12,5-7.11-13, Lc 13,22-30

Verranno da oriente e da occidente e siederanno a mensa nel regno di Dio.

"Signore sono pochi quelli che si salvano ?" Oggi il Vangelo inizia con questa domanda ed è una domanda che anche noi ci facciamo, perché siamo curiosi di sapere: Sono molti, sono pochi quelli che si salvano? Ma Gesù non risponde. Spesso nel Vangelo troviamo che Gesù non risponde alle domande che gli uomini gli rivolgono, ma non perché non vuole rispondere, perché non sarebbe una risposta, dire sono molti, sono pochi non sarebbe una risposta.(continua a leggere)

 

Io sono convinto che se anche uno solo non si salva sarebbe un fallimento per Dio. Dio ha mandato il suo figlio Gesù per salvare tutti e se c'è una cosa chiara, che il Vangelo oggi, tutte le letture ci ricordano è che tutti siamo chiamati alla salvezza: "Verranno da Oriente e da Occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio." Tutti i popoli di tutti i continenti sono chiamati a questa grande festa, alla mensa del regno di Dio.

 

Allora perché Gesù non risponde a questa domanda, ma dice "sforzatevi di entrare per la porta stretta". Perché il problema non è quanti ma come tutti siamo chiamati, ma dobbiamo accogliere questa chiamata e aderirvi con il nostro impegno personale.

È questo il senso di quella immagine che Gesù usa, la porta stretta. Non significa che Gesù voglia escludere qualcuno, ma significa che per questa porta entrano le persone. C'è anche un proverbio che dice "non si va in paradiso in carrozza", una carrozza non passa da quella porta passa, una persona alla volta, perché ciascuno di noi deve mettersi in cammino, in qualche modo deve liberarsi delle sovrastrutture, forse deve anche dimagrire se questo è frutto di un accumulo che lascia gli altri nella fame, ma questa porta stretta è la porta aperta per ogni persona che sa che quel l'invito a regno di Dio è un invito personale e che dobbiamo metterci personalmente in cammino. Davvero da tutti i popoli della terra, da tutti i continenti ogni persona è invitata entrare a passare attraverso questa porta.

E Gesù è ben chiaro nel dire che non ci sono privilegi, tutti siamo uguali davanti a lui e queste parole ci riguardano da vicino, perché continuando Gesù dice : "quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi rimasti fuori comincerete a bussare alla porta dicendo Signore aprici ma egli vi risponderà non so di dove siete. Allora comincerete dire abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze. Ma egli dichiarerà : Non so di dove siete."

Capiamo che queste parole ci riguardano, perché siamo noi in questo momento che celebrando l'Eucaristia mangiamo e beviamo alla presenza del Signore e certo questo è la grazia più grande. Si,è una grazia grande ma non ha un privilegio per cui basta andare a messa per entrare nel regno di Dio. Basta andare a messa ma vivendo la messa lasciandoci coinvolgere dalla messa, ascoltando questa parola come una parola rivolta a me personalmente.

E ogni volta che andiamo a messa dovremmo uscire dicendo ho capito cosa il Signore mi chiede. Ogni volta che mangiamo l'Eucaristia dobbiamo dire abbiamo spezzato il pane e l'abbiamo condiviso con tutti i popoli della terra.

Allora capiamo che la messa non è una pratica religiosa ma è il rinnovamento più radicale della nostra esistenza e la messa è una cosa sola con quella che Gesù dice la giustizia, l'equità : mi"allontanatevi voi tutti operatori di ingiustizia" , non può stare insieme l'Eucarestia e l'ingiustizia, la comunione e l'esclusione.

Allora capiamo che davvero questa pagina del Vangelo non solo ci dà una risposta ma ci indica chiaramente la strada e la strada è questa: mangiare e bere alla presenza del Signore come segno di condivisione con tutti i popoli della terra.

Allora mi piace fare anche qui oggi un segno che abbiamo già fatto ieri sera durante la festa di San Bartolomeo. Al momento della presentazione dei doni porteremo al Signore all'altare il pane e il vino da condividere nell'Eucarestia ma potremmo anche un libro e sarà Clement, che è qui con noi, che ci offre questo libro che si intitola " Io sarò la tua voce" . Racconta il viaggio il viaggio drammatico che ha fatto dalla Nigeria attraverso il deserto, attraverso la Libia, attraverso il mare per arrivare fino a noi e per ricordarci che tra i tanti che in questi anni hanno raggiunto l'Italia e l'Europa almeno una metà sono cristiani sono nostri fratelli nella fede e dobbiamo ritrovarci insieme a celebrare l'Eucarestia.

Certo l'immigrazione, lo sappiamo, è un fenomeno enorme, ci sono dei problemi che non riusciamo a risolvere ma in qualche modo consapevoli di tutti questi problemi non possiamo accontentarci di dire a parole accoglienza, accoglienza i problemi rimangono ma c'è una cosa che dobbiamo fare: trovarci insieme a celebrare l'Eucaristia.

Perché è questo il punto di partenza che ci fa capire che Dio chiama tutti alla sua salvezza e che l'Eucaristia è il segno vero di questa comunione che supera tutti i confini. E se questo avviene, avviene anche la possibilità di riconoscerci come fratelli nella fede, anche di incontrarci come persone.

Io sono convinto che questo apre tante possibilità nuove, perché è in una relazione personale che poi cresce la fiducia e si condivide la sofferenza ma anche la speranza.

E questa porta certo stretta perché ciascuno di noi è chiamato ad un impegno personale apre la possibilità del banchetto di festa quaggiù e del banchetto eterno del regno di Dio.

( dall'omelia di don Stefano Ottani)

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Agosto 2019 16:23  

Calendario Eventi

September 2019
M T W T F S S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6

Ricerca

whosonline

 109 visitatori online

Galleria di Immagini

img_8657.jpg