La Cupola fra le Torri

Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home La Parrocchia Parola attraverso le omelie TUTTI I SANTI – Solennità

TUTTI I SANTI – Solennità

E-mail Stampa PDF

TUTTI I SANTI – Solennità

1 novembre 2019

Ap 7,2-4.9-14, dal Sal 23, 1Gv 3,1-3, Mt 5,1-12a

Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.

 

Io sono sempre molto contento quando c'è un Battesimo, perché la nascita, il Battesimo di un bimbo è sempre motivo di festa, di gioia, di grazia non solo per la famiglia, per le famiglie, ma anche per tutta la comunità cristiana.

Ringrazio particolarmente i genitori di Emma, che hanno accolto l'invito di celebrare oggi il Battesimo della loro figlia, perché questo non solo riempie di gioia questo giorno, ma ci aiuta molto a capire chi sono i santi e viceversa i santi ci aiutano a capire che cos'è il Battesimo,

quale dono straordinario Emma sta per ricevere nel Battesimo, quale dono straordinario noi tutti abbiamo ricevuto nel Battesimo. (continua a leggere)

 

E ringrazio Emma, perché è lei che oggi fa la predica, è lei che ci fa capire questa "Parola" che il padrino, la madrina, penso la nonna ci hanno fatto ascoltare. In qualche modo tutte le letture parlano di Emma.

 

Vorrei appena fare qualche sottolineatura. San Giovanni nella seconda lettura ci diceva: “Carissimi, vedete quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio.” E potremmo dire: Carissima, vedi quale grande amore ti ha dato il Padre per essere chiamata figlia di Dio.

Questo è il Battesimo, è il sacramento che ci rende figli, per essere chiamati figli di Dio e lo siamo realmente! Proprio perché lo siamo, possiamo rivolgerci a Dio chiamandolo Padre, proprio perché siamo tutti figli siamo fratelli tra di noi.

È qui la sorgente della fraternità, che è la sorgente anche della pace, l'essere tutti figli in questa inalienabile dignità, in questa sorgente di fraternità.

Carissimi, noi sin d’ora siamo figli di Dio, carissima Emma, tu sin d’ora sei figlia di Dio, ma ciò che sarai non è ancora stato rivelato.

E cosa sarai? Sarai santa nella gloria del cielo, sei santa adesso perché il Battesimo ci purifica, ci rende santi, ci santifica e ci apre le porte del Paradiso.

Oggi tutti i santi fanno festa ed essere santi significa essere vissuti in coerenza con il Battesimo, essere vissuti come figli di Dio e come fratelli.

In che cosa consiste la santità ancora ce lo fa capire il Vangelo, ce lo fa capire Emma.

Nel Vangelo Gesù ci ha fatto ascoltare le beatitudini, le otto beatitudini, per questo abbiamo acceso solo otto candele sull'altare insieme al cero pasquale e il diacono ha proclamato “beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli”.

Beata Emma, perché è povera, perché non ha niente, non sa fare niente, ma in realtà ha tutto, è beata perché ha la mamma e il papà. Anche se non ha niente, non le manca niente, anzi è nella condizione migliore.

Capiamo anche perché Gesù dice: Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati.” Se Emma si mette a piangere, viene subito consolata, perché è figlia, perché il Battesimo ci rende figli.

“Beati i miti, perché erediteranno la terra.”

E auguriamo a Emma di essere buona, mite, e possiederà tutto.

Davvero capiamo cosa significa essere santi, essere figli che si lasciano prendere in braccio da Dio, che è Padre, anche quando non capiamo, e tante volte non capiamo quello che succede, perché non è detto che tutto vada sempre liscio, nella vita ci sono tante prove, anche disgrazie: se siamo figli, non abbiamo paura di niente.Se ci sono momenti in cui piangiamo, sappiamo che saremo consolati.

Allora ringraziamo il Signore e ringrazio Emma che riempie di gioia questo giorno e chiediamo di essere, di vivere in coerenza con il Battesimo. Un segno sarà, lo vedremo fare dal papà di Emma, quando dopo il Battesimo consegnerò la candela accesa dal cero pasquale e sarà il papà ad accendere la fiamma da questo cero alto.

È un segno chiarissimo: solo se ci lasciamo infiammare da Gesù, se il fuoco, la luce della fede che abbiamo ricevuto la manteniamo accesa, allora potremo camminare nella luce e il cammino della vita ci renderà capaci di prendere la strada del bene, di scegliere, di fare le scelte giuste, perché dal Battesimo si arrivi a quella pienezza di luce e di gioia che è la gloria dei santi.

( Dall'omelia di don Stefano Ottani )

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Novembre 2019 12:45  

Calendario Eventi

November 2019
M T W T F S S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Ricerca

whosonline

 79 visitatori online

Galleria di Immagini

_mg_5603.jpg