La Cupola fra le Torri

Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home La Parrocchia Parola attraverso le omelie
Parola attraverso le omelie

Omelia Giovedì Santo 9 Aprile 2009

E-mail Stampa PDF

“Vi ho dato questo segno perché anche voi  facciate come io ho fatto a voi”.

Sono queste le ultime parole di Gesù che abbiamo appena ascoltato dal Vangelo. Davvero ci bastano queste parole per capire, per imparare che cosa significa essere cristiani. Perché questo è il comando di Gesù, che riassume tutto il Vangelo: “Vi ho dato un esempio perché anche voi facciate come io ho fatto a voi “.

Quale esempio ci ha dato Gesù? Oggi abbiamo ascoltato dal Vangelo che durante la cena Gesù si alzò da tavola, depose la veste, prese un asciugamano, se lo cinse attorno alla vita, poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi ai discepoli.

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2009 17:51 Leggi tutto...
 

Omelia Domenica delle Palme 5 Aprile 2009

E-mail Stampa PDF

La benedizione delle palme, dell’ulivo, il solenne ingresso con cui abbiamo iniziato questa celebrazione, ma anche la lettura della Passione a tre voci, ci invitano a vivere da protagonisti questo giorno, questa Settimana Santa che oggi inizia, perché è per noi che Gesù entra oggi in Gerusalemme, per dare la sua vita per la nostra salvezza. Ed è molto bello poterlo fare qui sotto le Due Torri, nel cuore della nostra città.

Per questo ringrazio i Cavalieri per la loro presenza, che ci ricordano Gerusalemme, la città santa, ringrazio i confratelli di Nuestro Signor de Los Milagros, che con il loro abito viola ci invitano alla penitenza, perché è per colpa dei nostri peccati che Gesù è stato crocifisso. Ringrazio soprattutto i ragazzi che come i ragazzi di Gerusalemme hanno accolto in festa Gesù riconoscendolo come il Messia, il Salvatore del mondo. Ringrazio tutti i parrocchiani, che sono gli abitanti della città di Gerusalemme, di Bologna e vorrei davvero che riuscissimo a trascinare tutta la città per accogliere Gesù come Salvatore.

Ma soprattutto ringrazio il Signore Gesù.

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2009 17:52 Leggi tutto...
 

Omelia V Domenica di Quaresima 29 Marzo 2009

E-mail Stampa PDF

Gesù è ormai vicino a Gerusalemme per la sua ultima Pasqua.

Il vangelo che abbiamo ascoltato ci presenta alcuni Greci, pagani, che  sono presentati a Gesù dai suoi discepoli; da questo possiamo comprendere la missione che Gesù ha affidato a ciascuno di noi: portare a Lui tutti coloro cui abbiamo annunciato la buona novella di un Dio che muore per noi e desiderano incontrarlo per conoscerlo ed amarlo. Nessuno di noi può dirsi cristiano, cioè seguace di Cristo, se non dà la propria testimonianza; se, non conformando la nostra vita a Cristo, non rendiamo possibile l’incontro tra gli uomini e la gioia della rivelazione dell’amore di Dio, avvenuta nella persona di Gesù.

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2009 17:53 Leggi tutto...
 

V Domenica di Quaresima - 29 Marzo 2009 - Vangelo

E-mail Stampa PDF

Dal vangelo secondo Giovanni (Gv 12, 20-33)

In quel tempo, tra quelli che erano saliti per il culto durante la festa c’erano anche alcuni Greci. Questi si avvicinarono a Filippo, che era di Betsàida di Galilea, e gli domandarono: «Signore, vogliamo vedere Gesù».

Filippo andò a dirlo ad Andrea, e poi Andrea e Filippo andarono a dirlo a Gesù. Gesù rispose loro: «È venuta l’ora che il Figlio dell’uomo sia glorificato. In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna. Se uno mi vuole servire, mi segua, e dove sono io, là sarà anche il mio servitore. Se uno serve me, il Padre lo onorerà. Adesso l’anima mia è turbata; che cosa dirò? Padre, salvami da quest’ora? Ma proprio per questo sono giunto a quest’ora! Padre, glorifica il tuo nome».

Venne allora una voce dal cielo: «L’ho glorificato e lo glorificherò ancora!».

La folla, che era presente e aveva udito, diceva che era stato un tuono. Altri dicevano: «Un angelo gli ha parlato». Disse Gesù: «Questa voce non è venuta per me, ma per voi. Ora è il giudizio di questo mondo; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori. E io, quando sarò innalzato da terra, attirerò tutti a me». Diceva questo per indicare di quale morte doveva morire.

 

Omelia IV Domenica di Quaresima 22 Marzo 2009

E-mail Stampa PDF

Oggi è la Domenica della gioia. Si chiama così questa domenica e l’abbiamo imparato leggendo insieme l’antifona di ingresso, che ci invitava alla gioia, ci diceva “rallegrati”. E davvero la parola del Signore che abbiamo appena ascoltato è un grande invito alla gioia.

Per questo vorrei che oggi imparaste a memoria almeno una frase del Vangelo perché è una frase bellissima ed è capace di donarci la gioia anche nei momenti di tristezza e di fatica. La frase che vorrei invitarvi proprio a imparare a memoria è quella frase che Gesù ha detto parlando a Nicodemo in quel dialogo che abbiamo ascoltato dalla pagina del Vangelo. E dice così: “Dio, infatti, ha tanto amato il mondo da dare il suo figlio unigenito perché chiunque creda in lui non vada perduto ma abbia la vita eterna”. In questa frase è riassunto tutto il lieto annuncio del Vangelo.

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2009 17:52 Leggi tutto...
 


Pagina 95 di 100

Calendario Eventi

April 2020
M T W T F S S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Ricerca

whosonline

 59 visitatori online

Galleria di Immagini

_mg_5603.jpg